Catastrofi naturali - Aniapedia
ANIAtraining
ANIApedia
Centro di documentazione sulle catastrofi naturali e la sostenibilitÓ

Disclosure Delegated Act

Il 30 dicembre 2021 è entrato in vigore il Disclosure Delegated Act (DDA) della Commissione Europea. Questo documento integra l'articolo 8 del Taxonomy Regulation che impone alle imprese soggette all'obbligo di pubblicazione delle informazioni di tipo non finanziario (articolo 19 bis o articolo 29 bis della Direttiva 2013/34/UE del Parlamento e del Consiglio) di pubblicare le informazioni sull'allineamento delle attività alla normativa sulla tassonomia. L'articolo 8 richiede alle imprese non finanziarie di divulgare i Key Perfomance Indicators (KPI) ossia gli indicatori chiave di performance sulla proporzione del fatturato, delle spese in conto capitale (CapEx) e delle spese operative (OpEx) delle loro attività che sono sostenibili dal punto di vista ambientale, mentre non specifica KPI per le imprese finanziarie. 

L'atto delegato definisce quali sono gli obblighi  di informazione e rendicontazione per le imprese finanziarie (FU) e non finanziarie (NFU). In particolare il documento indica i contenuti, i tempi e le modalità in cui queste informazioni devono essere pubblicate.

Il documento è costituito da 10 articoli che forniscono descrizioni, informazioni normative e tempistiche e da 11 allegati.

Gli allegati da I a X illustrano i contenuti dei KPI che le imprese (non finanziarie, finanziarie, enti creditizi,  di investimenti e di assicurazione e riassicurazione) devono comunicare, la metodologia per la comunicazione e i modelli per i KPI.

L'allegato XI invece indica quali sono le informazioni qualitative che le imprese devono fornire insieme all'informativa sui KPI quantitativi, per permettere la comprensione degli stessi KPI da parte dei mercati.

L'applicazione del DDA sarà molto graduale. Infatti, nonostante richieda di calcolare l'ammissibilità  degli attivi alla tassonomia già nel 2022, dal 2023 (per il periodo di rendicontazione 2022) la normativa si applicherà solo alle imprese non finanziarie e dal 1 gennaio 2024 (per il periodo di rendicontazione 2023) interesserà anche le imprese finanziarie. Mentre si applicherà agli istituti di credito per il portafoglio di negoziazione e dei servizi non bancari a partire dal 1 gennaio 2026 (per il periodo di rendicontazione 2025).

La Commissione Europea si è già impegnata, entro il 30 giugno 2024, a riesaminare l'applicazione della normativa ed eventalmente ad apportarne alcune modifiche per quanto riguarda l'introduzione di alcuni indicatori.

 

Fonte: ANIA - Ania Exploring Sustainability. Focus on Taxonomy Regulation Delegated Acts

 

 

Torna all'elenco